Resoconto della riunione del 17 dicembre 2020 tra i comitati utenti e RER, CM e aziende ferroviarie

Giovedì 17 dicembre u.s. si è svolta la riunione convocata dalla Regione Emilia-Romagna (RER), su richiesta delle associazioni utenti ferroviari Bologna-Portomaggiore e Bologna-Vignola, per un aggiornamento su alcuni aspetti del servizio già oggetto di confronto un anno fa in vista dell’entrata in scena del nuovo gestore ferroviario (Trenitalia Tper spa), e sui lavori infrastrutturali a…

Vignola-Bologna in 50 minuti! Impegno esplicito dell’assessore regionale Donini a ridurre i tempi di percorrenza

Venerdì 24 giugno è stato inaugurato un nuovo ETR350 messo in servizio sulla linea ferroviaria Vignola-Bologna. E’ il terzo treno elettrico che entra in funzione sui quattro necessari per coprire l’intero servizio. Il quarto è atteso a breve (al più tardi all’inizio del prossimo mese di settembre). E’ un evento positivo, anche se annunciato da tempo e dunque atteso (vedi). Per questo motivo il vero evento della giornata è un altro – e merita di essere rimarcato. L’evento decisivo infatti sta nella esplicita assunzione dell’impegno dell’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini di una significativa riduzione dei tempi di percorrenza. Tre minuti da subito (plausibilmente con il nuovo orario a dicembre 2016), ovvero una riduzione a 59 minuti (rispetto ai 62 o più necessari oggi). Ma una riduzione più consistente da conseguire entro la fine della legislatura (2019 o 2020): “Non ci accontenteremo. Abbiamo in animo di stanziare i fondi necessari per il binario di scambio a Ponte Ronca in modo da ulteriormente velocizzare la linea e ovviamente studiare un progetto complessivo, magari da attuare per stralci, per portare questa linea sotto i 50 minuti”. Che dire? Bravo!
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=aIhT-dSSvmM?rel=0]

Buone nuove per la ferrovia Vignola-Bologna

Buone le notizie emerse nell’incontro del “coordinamento enti locali” tenutosi ieri a Zola Predosa alla presenza dell’assessore regionale Raffaele Donini e dell’assessore alla mobilità della Città metropolitana di Bologna Irene Priolo. Insomma, la situazione del servizio ferroviario Vignola-Bologna migliora. Magari meno rapidamente di quello che si vorrebbe, ma comunque migliora. E’ innegabile. Entro giugno 2016 verrà messo in funzione il terzo ETR350 (treno elettrico), in sostituzione di un ATR220 (treno diesel e con minore capacità di trasporto passeggeri). Ed il quarto (e ultimo) ETR350 è atteso in servizio entro luglio (o al più tardi a fine agosto 2016, dopo la riduzione agostana). Da allora il servizio verrà garantito esclusivamente da treni elettrici – davvero una “rivoluzione” rispetto al 2009, quando a circolare erano solo i vecchi ALN!

Sabato 28 maggio assemblea dei soci. Partecipate!

E’ convocata per sabato 28 maggio alle ore 10.15 l’assemblea ordinaria annuale degli iscritti, presso il “Centro Sportivo Tazio Nuvolari”, Via Emilia-Romagna 721 a Savignano sul Panaro. L’assemblea è aperta agli iscritti ed agli utenti della ferrovia Bologna-Vignola che intendono associarsi (si ricorda che l’iscrizione non comporta spese). Si tratta di un appuntamento importante, sia…

Quanti guasti ai passaggi a livello sulla ferrovia Vignola-Bologna? Si può sapere?

Anche ieri (giovedì 12 maggio) un passaggio a livello non funzionante sulla ferrovia Vignola-Bologna. E’ successo nel tratto tra via Lunga e Crespellano. Il treno era il numero 11495, partito alle 19.16 da Bologna. Treno che si ferma, capotreno che scende, si posiziona in strada con la bandiera rossa a presidiare il passaggio del treno a passo d’uomo. L’Italia può mandare un’astronauta in orbita, ma non siamo nelle condizioni di garantire la sicurezza dei passaggi a livello. Almeno sulle ferrovie “minori” (che, come la Vignola-Bologna, trasportano comunque 8mila passeggeri al giorno). Episodi del genere succedono con una certa frequenza. Almeno venti in un anno. Tre ogni due mesi. Guasto più, guasto meno. Perché il fatto singolare è duplice.

Disagi del 10 marzo: la risposta della Regione

Dopo la “mattina di fuoco” del 10 marzo scorso (vedi) il presidente dell’associazione “In Prima Classe per Bologna-Vignola” ha scritto una lettera di ferma protesta all’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini ed all’azienda responsabile del servizio, TPER Spa. La vicenda è pure finita sui giornali (Il Resto del Carlino – Bologna del 15 marzo 2016). Qui la risposta del Responsabile Servizio Ferrovie della Regione Emilia-Romagna Ing. Maurizio Tubertini.

Ritorno al far west!

Mattina di fuoco sulla ferrovia Bologna-Vignola! Il treno 11558 (partito da Vignola alle 7.14) è stato effettuato stamane con vecchio materiale rotabile ALN certamente non consono all’affluenza di passeggeri previsti in ora di punta (e con solo una carrozza!). E’ stato utilizzato un vagone a trazione diesel con una capacità di carico passeggeri assolutamente insufficiente, senza alcun supporto di bus di riserva. I passeggeri a bordo via whatsapp ci hanno via via aggiornato durante il viaggio, degno dei peggiori film sul far west. Ecco le tappe salienti:

Assessore Donini: compito fatto solo a metà

In occasione del tavolo di coordinamento degli enti locali della ferrovia Bologna-Vignola tenutosi a Zola Predosa il 16 novembre 2015 l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini aveva assunto l’impegno a redigere, come richiesto da tempo dalla nostra associazione, un “documento programmatico” con le azioni di miglioramento del servizio (anche ai fini della riduzione dei tempi di percorrenza). Tale “documento” (sotto forma di slides, in verità) è stato quindi presentato in occasione di una seduta consiliare del comune di Valsamoggia il 26 novembre scorso (ne abbiamo dato conto qui: vedi). Ecco dunque al proposito le considerazioni fatte dall’associazione: bene alcune cose, da chiarire altre. Insomma, valutazione positiva, anche se il “compito” è stato fatto solo a metà! Ma l’impegno deve essere a completarlo al più presto.

Importanti novità per la ferrovia Vignola-Bologna nel 2016

E’ stato in occasione di una seduta consiliare in Valsamoggia (il 26 novembre a Bazzano) che l’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini (vedi) ha presentato alcuni dei tasselli di un programma di miglioramento della linea Bologna-Vignola. L’occasione è stata fornita da un’interrogazione presentata dalla lista Civicamente Samoggia in merito all’incidente al passaggio a livello di Bazzano l’11 novembre scorso (vedi). E l’assessore era stato già adeguatamente “sollecitato” dall’Associazione degli utenti in occasione di una seduta del tavolo di coordinamento con gli enti locali tenutosi a Zola Predosa il 16 novembre scorso. Comunque le novità ci sono e sono importanti.