Utilizzo dei titoli TPER e Trenitalia nel tratto Bologna-Casalecchio: proroga al 31 dicembre 2014

E’ stata pubblicata solo il 30 giugno scorso la comunicazione con la quale TPER informa che nella tratta Bologna-Casalecchio Garibaldi la possibilità dell’utilizzo indifferenziato dei mezzi TPER e Trenitalia è prorogata fino al 31 dicembre 2014 (pdf). Si tratta dell’ennesima “proroga”. La precedente scadeva appunto il 30 giugno.

Rapporto 2013 sulla qualità del servizio ferroviario della linea Bologna-Vignola

Per il terzo anno consecutivo l’associazione “In Prima Classe per Bologna-Vignola” pubblica un rapporto sulla qualità del servizio ferroviario offerto sull’intera infrastruttura di proprietà regionale, con particolare attenzione alla tratta Bologna-Vignola. Nel documento sono analizzati i dati di affidabilità e puntualità rilevati nel 2013 dal gestore del servizio (il CTI-Consorzio Trasporti Integrati, formato da Trenitalia e TPER) per conto del Servizio Ferrovie della Regione Emilia-Romagna (il committente del servizio), che a sua volta li mette a disposizione delle rappresentanze dell’utenza che aderiscono al CRUFER (Comitato Regionale Utenti Ferroviari Emilia Romagna). Come già in occasione dei precedenti rapporti pubblicati dall’associazione, alcuni dei dati qui riportati potrebbero differire da quelli che saranno pubblicati nei prossimi mesi nel rapporto ufficiale della Regione, differenze che tuttavia non potranno modificare nella sostanza le valutazioni espresse sul servizio. Dal report estrapoliamo i due dati principali: affidabilità e puntualità.

Audit civico 2013. Ecco il report!

Per il terzo anno consecutivo l’associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” ha condotto un “audit civico” applicato al servizio ferroviario Bologna-Vignola, rilevandone la qualità con particolare riferimento alle stazioni della linea ed ai servizi in esse presenti. Questo è il report di questa terza edizione (pdf). Esso evidenzia alcuni miglioramenti rispetto alla situazione rilevata negli anni precedenti (luglio 2011 e luglio 2012, quando sono state effettuate le precedenti esperienza di “audit civico” sulla linea), ma anche problemi divenuti “cronici” o aspetti addirittura peggiorati.

Tariffa agevolata per i bambini fino a 12 anni: ecco le prove della "disinformazia"

E’ vero. Da qualche giorno sono apparse, in modo sparso, delle locandine che informano sulle nuove tariffe agevolate per i passeggeri con età fino a 12 anni. Ma null’altro. Eppure le nuove agevolazioni tariffarie sarebbero in vigore (il condizionale è d’obbligo) dall’1 gennaio scorso. Di tutta la gamma degli strumenti comunicativi a disposizione TPER Spa ha impiegato solo questi – e a macchia di leopardo. Non un comunicato stampa (eppure sarebbe pure una notizia importante e TPER ci farebbe anche bella figura, visto che le agevolazioni precedenti si limitavano ad uno sconto del 10%)! Nessuna comunicazione nel sito web aziendale (verificato anche oggi, 8 febbraio). Nessuna comunicazione alle rivendite di biglietti (sic!). Ma anche l’informazione al personale aziendale sui treni non è arrivata, come testimoniano alcuni recenti episodi che l’associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” ha denunciato alla stampa (vedi). E poiché siamo scrupolosi, abbiamo continuato a fare verifiche. Il quadro che è emerso conferma il severo giudizio dato della volontà e/o capacità comunicativa di TPER. Sciatteria informativa – di questo si tratta. Possibile che debba essere ancora questa la situazione dei servizi pubblici? Possibile che nell’azienda, di fronte ad un tale scempio, mai nessuno sia chiamato a pagare? A chiedere scusa agli utenti? Comunque, ecco alcune “testimonianze”.

Tariffa agevolata per i bambini fino a 12 anni: è troppo chiedere un’informazione corretta?

Da anni l’associazione degli utenti della ferrovia Bologna-Vignola denuncia con insistenza i disservizi in materia di informazione del servizio ferroviario Bologna-Vignola. Display elettronici e altoparlanti obsoleti e spesso spenti; un servizio di risposta automatizzato“Chiamatreno” che non funziona adeguatamente proprio nel momento del maggior bisogno, cioè al verificarsi di un disservizio; bacheche informative caotiche e non sempre aggiornate. Non sempre però i limiti del servizio di informazione agli utenti sono dovuti alle vecchie tecnologie ed alla difficoltà di fare investimenti adeguati. In alcuni casi sembra essere all’opera una perversa volontà di non fare una corretta informazione. Lo testimonia quanto successo nelle ultime settimane a proposito delle agevolazioni tariffarie per i minori, ovvero per i passeggeri fino a 12 anni di età.

Sciopero e disservizi

Gentile iscritta/o, lo sciopero nazionale di venerdì prossimo 18 ottobre 2013 interessa anche il settore trasporti e, quindi, la linea ferroviaria Bologna-Vignola. Riguarderà il personale TPER addetto a tutto il trasporto pubblico locale: treni e bus, come riportato nell’allegato avviso TPER (già esposto anche nelle stazioni). I treni garantiti sono quelli delle fasce orario 6-9 (mattino)…

Ferrovia Bologna-Vignola, ancora una volta la cenerentola del sistema ferroviario regionale!

Treni nuovi in servizio da due anni (gli ATR 220) e altri in arrivo nei prossimi mesi (i nuovi treni elettrici ETR 350), milioni di euro investito dalla Regione per ammodernare e potenziare il servizio (anche in vista dell’avvio del Servizio Ferroviario Metropolitano), un nuovo progetto industriale avviato con la nascita del nuovo soggetto TPER. Dalla combinazione di tutti questi fattori sarebbe naturale attendersi un salto di qualità del servizio, come chiedono a gran voce da tempo gli utenti. E invece no, la qualità del servizio della linea Bologna-Vignola continua a peggiorare! Lo dicono gli utilizzatori del servizio, soprattutto i pendolari, e lo confermano in modo inequivocabile i dati delle performance qualitative del 2012, analizzati da questa associazione.

Perché sulla ferrovia Vignola-Bologna non funzionano i passaggi a livello?

Sulla ferrovia Vignola-Bologna si verificano con una certa periodicità episodi gravi di malfunzionamento dei passaggi a livello. L’ultimo episodio si è verificato il 24 aprile scorso, in occasione delle corse della prima mattinata. Tutti i treni in transito (sia in direzione Bologna, sia in direzione Vignola) si sono trovati ad attraversare ben due passaggi a livello a sbarre alzate: quello di via Casella Gatta, nelle basse di Vignola e quello di Savignano Comune.

Incontro in Provincia del 14 febbraio. Ecco il resoconto

Ecco qui il resoconto dell’incontro del “tavolo di confronto della ferrovia Bologna-Vignola” richiesto dall’Associazione e convocato dal Vicepresidente della Provincia di Bologna, Giacomo Venturi, presso il Comune di Zola Predosa del 14 febbraio 2013. L’appuntamento, già programmato lo scorso novembre per un aggiornamento sull’andamento del servizio, era stato da noi sollecitato nelle scorse settimane, a seguito di alcuni gravi disservizi verificatisi tra gennaio e inizio febbraio. Erano presenti rappresentanti delle aziende (FER e TPER), gli amministratori dei Comuni di Bazzano, Casalecchio, Vignola e Zola, la Provincia di Bologna. Assenti, invece, la Regione E-R, la Provincia di Modena e i Comuni di Savignano e Crespellano.

Audit Civico 2012: ecco il report!

Arriva in ritardo la pubblicazione del Report dell’Audit Civico 2012 (vedi), ma arriva. Succede quando si è “volontari”. I disservizi dell’autunno 2012 ci hanno tenuto impegnati su un altro fronte. Comunque, eccolo qua. E’ il Report con il check-up alle stazioni della linea ferroviaria Bologna-Vignola, giunto alla seconda edizione (qui i risultati dell’Audit Civico 2011:…