Non ci siamo: la campagna informativa sul nuovo orario procede a singhiozzo!

Questa mattina ho scritto una lettera di protesta a Tper (con l’Assessore Donini in cc) per segnalare che, nonostante gli impegni presi, a tre giorni dall’avvio del nuovo orario non tutti i treni sono coperti con gli annunci sonori e soprattutto che la distribuzione dell’orario tascabile non è ancora stata avviata. Ecco la lettera: Con…

Quanti guasti ai passaggi a livello sulla ferrovia Vignola-Bologna? Si può sapere?

Anche ieri (giovedì 12 maggio) un passaggio a livello non funzionante sulla ferrovia Vignola-Bologna. E’ successo nel tratto tra via Lunga e Crespellano. Il treno era il numero 11495, partito alle 19.16 da Bologna. Treno che si ferma, capotreno che scende, si posiziona in strada con la bandiera rossa a presidiare il passaggio del treno a passo d’uomo. L’Italia può mandare un’astronauta in orbita, ma non siamo nelle condizioni di garantire la sicurezza dei passaggi a livello. Almeno sulle ferrovie “minori” (che, come la Vignola-Bologna, trasportano comunque 8mila passeggeri al giorno). Episodi del genere succedono con una certa frequenza. Almeno venti in un anno. Tre ogni due mesi. Guasto più, guasto meno. Perché il fatto singolare è duplice.

Quanti guasti ai passaggi a livello sulla ferrovia Vignola-Bologna? Si può sapere?

Procedura di emergenza per l’attraversamento del passaggio a livello (non funzionante) tra via Lunga e Crespellano (foto del 12 maggio 2016) Anche ieri (giovedì 12 maggio) un passaggio a livello non funzionante sulla ferrovia Vignola-Bologna. E’ successo nel tratto tra via Lunga e Crespellano. Il treno era il numero 11495, partito alle 19.16 da Bologna.…

Disagi del 10 marzo: la risposta della Regione

Dopo la “mattina di fuoco” del 10 marzo scorso (vedi) il presidente dell’associazione “In Prima Classe per Bologna-Vignola” ha scritto una lettera di ferma protesta all’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini ed all’azienda responsabile del servizio, TPER Spa. La vicenda è pure finita sui giornali (Il Resto del Carlino – Bologna del 15 marzo 2016). Qui la risposta del Responsabile Servizio Ferrovie della Regione Emilia-Romagna Ing. Maurizio Tubertini.

Ritorno al far west!

Mattina di fuoco sulla ferrovia Bologna-Vignola! Il treno 11558 (partito da Vignola alle 7.14) è stato effettuato stamane con vecchio materiale rotabile ALN certamente non consono all’affluenza di passeggeri previsti in ora di punta (e con solo una carrozza!). E’ stato utilizzato un vagone a trazione diesel con una capacità di carico passeggeri assolutamente insufficiente, senza alcun supporto di bus di riserva. I passeggeri a bordo via whatsapp ci hanno via via aggiornato durante il viaggio, degno dei peggiori film sul far west. Ecco le tappe salienti:

Incidente al passaggio a livello a Bazzano. Cosa deve ancora succedere?

D_ETR_incidente PL Bazzano

Si è verificato questa mattina, poco prima delle 6, un incidente al passaggio a livello a ridosso della stazione di Bazzano. Causa malfunzionamento le sbarre non si sono abbassate ed il treno che pure viaggiava a velocità contenuta ha urtato un’automobile che transitava. L’ennesimo malfunzionamento di un passaggio a livello questa volta ha provocato un incidente. Per fortuna nessun ferito, ma circolazione bloccata per un paio d’ore (qui il comunicato stampa di TPER in cui l’episodio è vergognosamente minimizzato: vedi). L’associazione In prima classe per Bologna-Vignola ha ripetutamente lanciato l’allarme sul malfunzionamento dei passaggi a livello sulla linea Vignola-Bologna. Sino ad ora inascoltata.

Troppi guasti ai passaggi a livello sulla Bologna-Vignola!

Non bastano gli impianti di climatizzazione che non funzionano, obliteratrici spesso guaste, mancanza di emettitrici di biglietti, display obsoleti e stazioni abbandonate. C’è da tempo un problema di impiantistica che non funziona che impedisce ogni seria ipotesi di rilancio del servizio ferroviario anche sulla Bologna-Vignola. In particolare permangono ed anzi aumentano i problemi ai passaggi a livello. Diversi episodi nelle ultime settimane a partire da quello di venerdì scorso, il 17 luglio, quando il passaggio a livello presso la stazione di Savignano Comune è andato in tilt nel tardo pomeriggio creando rallentamenti e rischi al passaggio del treno alle ore 20.10.

Ferrovia Vignola-Bologna nel 2014: servizio migliorato, ma vecchi problemi rimangono

Per il quarto anno consecutivo l’associazione degli utenti della ferrovia Bologna-Vignola ha realizzato un rapporto annuale sulla qualità del servizio, documento attraverso il quale gli utenti, i cittadini e gli amministratori locali possono conoscere le performance 2014 di un servizio di trasporto strategico per il nostro territorio, oltre a valutare l’operato dei soggetti coinvolti a vario titolo nel servizio (aziende ferroviarie, amministratori pubblici, ecc.).

Basta informazioni ingannevoli quando una corsa è soppressa!

Venerdì mattina (il 6 marzo) la corsa 11644 in partenza da Vignola alle 6.07 è stata soppressa senza che fosse dato alcun avviso mediante i display elettronici alle stazioni. L’annuncio audio è stato fatto alle 6.11, cioè oltre l’orario di partenza del treno, con un comunicato quasi incomprensibile e non ripetuto, che ha lasciato gli utenti in attesa nel dubbio e nella confusione. Nessuna comunicazione è stata fatta, inoltre, circa l’attivazione del servizio di bus sostitutivo, servizio invece che è poi risultato essere stato istituito, ma che di fatto non ha caricato quasi nessun utente. Il tutto è stato completato da informazione errate date attraverso il servizio telefonico automatico “Chiamatreno”, che continuava ad annunciare la regolarità della corsa anche diversi minuti dopo l’orario teorico di partenza del treno da Vignola (dove non è mai arrivato, essendo stato soppresso).