Presentati i nuovi treni elettrici ETR 350, tra non molto in funzione anche sulla linea Vignola-Bologna

Un’ottima notizia, ma per un “servizio europeo” i nuovi treni non bastano!

Sono stati pubblicamente presentati questa mattina, al piazzale est della stazione di Bologna Centrale, i nuovi treni elettrici ETR 350, acquistati dalla Regione Emilia-Romagna e tra qualche mese in funzione anche sulla linea Vignola-Bologna. Si tratta di un investimento importante (circa 75 milioni di euro per 12 treni realizzati dalla svizzera Stadler) che si unisce ad altri acquisti recenti (i 12 treni ATR220 Pesa, ancora diesel, messi in funzione tra 2010 e 2011) e contribuisce ad ammodernare i mezzi del Servizio Ferroviario Regionale. Ad esso appartiene la linea Vignola-Bologna  – la seconda linea per numero di passeggeri trasportati.

Bonus mensile gratuito per gli abbonati: le istruzioni

Un abbonamento gratuito valido per un mese (il mese di maggio 2012 per chi ha l’abbonamento mensile). Viene riconosciuto ai pendolari dell’Emilia-Romagna come parziale compensazione per i disagi subiti (vedi), dunque anche a quelli della linea ferroviaria Vignola-Bologna. Ecco qui le istruzioni, prese dal sito web sulla mobilità della Regione Emilia-Romagna (vedi). Singolarmente, invece, sul…

Avviso agli abbonati. Un “bonus” mensile (maggio) per i disagi patiti

Un abbonamento gratuito valido per il mese di maggio. Verrà riconosciuto ai pendolari dell’Emilia-Romagna come parziale compensazione per i disagi subiti. Per avere diritto al bonus (corrispondente ad un mese di abbonamento gratuito, si tratta del mese di maggio per i possessori di abbonamento mensile) occorre conservare – per chi non usufruisce di abbonamenti annuali…

L'associazione aderisce all'appello "SFM 2012. Ultima chiamata"

Con il voto del consiglio direttivo l’associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” ha deliberato di aderire all’appello “SFM 2012. Ultima chiamata“, promosso da un gruppo di amministratori e cittadini politicamente impegnati nell’associazione “Verso un nuovo PD per Bologna” (vedi). Pur essendo un’associazione apartitica, l’associazione degli utenti della ferrovia Vignola-Bologna ritiene importante condividere e sostenere le…

Anche nel 2011 la linea Bologna-Vignola rimane in testa alla classifica per treni soppressi!

In attesa che venga pubblicata l’edizione 2011 del “Rapporto annuale di monitoraggio della mobilità e del trasporto in Emilia-Romagna” siamo in grado di anticipare i risultati sull’affidabilità e la puntualità dei treni, parametri che costituiscono importanti indicatori della qualità del trasporto ferroviario. Il 2011 sarà stato l’anno della svolta per la qualità del servizio ferroviario regionale? I dati relativi alle performance del servizio ferroviario, rilevati dal gestore del servizio regionale (il CTI – Consorzio Trasporti Integrati, formato da Trenitalia e FER) e messi a disposizione delle associazioni aderenti al CRUFER dal Servizio Ferrovie della Regione Emilia Romagna, dicono di no.
Anche nel 2011 non sono stati raggiunti gli standard minimi di qualità previsti dal contratto di servizio. Tra gli utenti maggiormente delusi dai dati di seguito illustrati ci sono certamente quelli della linea Bologna-Vignola, i quali speravano che la messa in servizio dei nuovi treni ATR 220 avrebbe segnato un’inversione di rotta nella qualità del servizio ferroviario. Tutto rinviato al 2012 o forse al 2013, quando dovrebbero essere messi in servizio i primi treni elettrici.

Servizio Ferroviario Metropolitano: è davvero strategico?, di Paolo Serra

Sul blog Bologna Ragionevole è riportato un articolo di Paolo Serra, pubblicato su l’Unità – Bologna del 19 febbraio scorso (vedi). Vista l’importanza del tema trattato – gli investimenti per il tanto atteso “ammodernamento” del Servizio Ferroviario Metropolitano ed in particolare la decisione di mantenere a tratto unico il binario interrato per il collegamento tra la linea Vignola-Bologna e Bologna-Portomaggiore – abbiamo chiesto (e ottenuto) dall’autore il permesso di pubblicarlo anche qui. Si tratta infatti di una decisione fondamentale per il futuro di questa linea ferroviaria.

Strategia. Questa parola, che deriva dall’arte militare, e significa una pianificazione non discutibile da parte di un comandante supremo ed assoluto, ha travalicato da tempo i suoi confini bellici ed ha invaso molti campi sociali: sport, aziende, politica etc… Strategia, con la sua enfasi anche fonetica, dà quel senso di indiscutibile, perentorio, ineluttabile, che manca alle vecchie tattica, piano, programma, ormai poco efficaci, pallide, obsolete. E’ dal 1997, dal tempo dell’accordo firmato dal Sindaco Vitali, che politici ed amministratori, comunali, provinciali e regionali declamano a pieni polmoni e descrivono con caratteri indelebili la “strategicità” del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) per implementare definitivamente il quale altro non si aspetta che il completamento della Stazione sotterranea A/V di Bologna ed il ripristino dei 4 (o 3 causa people mover) binari ora inutilizzabili, il che dovrebbe avvenire, finalmente, nel 2013. Di conseguenza ci si aspetterebbe una accelerazione delle costruzioni delle stazioni  e fermate urbane ancora solo sulla carta, ed il completamento della infrastrutturazione mancante, od incompleta, o tecnologicamente obsoleta. Infatti, giovedì scorso, alla Commissione Comunale competente, è stato presentato il progetto dell’interramento del tratto urbano della Bologna-Budrio che interessa 6 passaggi a livello bolognesi, fra i quali il cruciale di via Rimesse su quello che avrebbe dovuto essere un ramo dell’asse dell’89 (1889).

La Regione sostituisce lo Stato – Finanziamenti 2012

Un saluto a tutti, pubblichiamo a seguire un articolo pubblicato qualche giorno fa [16/11/11] sul quotidiano l’Unità che ci illustra la situazione dei trasporti del prossimo anno in vista della netta riduzione dei finanziamenti da parte dello stato. Grazie l’impegno preso dalla Regione Emilia Romagna per il 2012 sembra per ora scongiurato il drastico taglio dei servizi…